Finalmente!!!

Questa mattina alle 10:40 è atterrato all’aeroporto di Verona l’aereo che ha portato in Italia Fatimatà e Suor Felicité. In questo momento, alle 5 di pomeriggio, stanno entrambe riposando serenamente a casa di Cristina e Filippo. Il mese di telefonate assillanti alle ambasciate e documenti di tutti i tipi, hanno prodotto davvero i frutti sperati. Questa notte erano in volo e finalmente sono arrivate.

Purtroppo il mese trascorso dall’ultima volta che Filippo ha visitato la bambina, inevitabilmente non ha potuto che far peggiorare la situazione e abbiamo trovato Fatimatà molto dolorante e abbattuta. Anche per questo motivo, già alle 12 circa è stata visitata e medicata da una oculista che ha riscontrato la presenza di una ulcera corneale (ferita sulla superficie dell’occhio). La dottoressa stessa ci ha confermato che ferite di questo tipo sono estremamente dolorose. Nei prossimi giorni Fatimatà inizierà una serie di esami preliminari indispensabili per l’intervento che in ogni caso, vista la situazione, gli stessi medici coinvolti ritengono debba essere fatto al più presto. Per chi ancora non lo sapesse Fatimatà ha un tumore benigno che da diverso tempo cresce all’interno del suo cranio. Questo tumore le comprime il cervello e spinge in fuori l’occhio sinistro che ormai è quasi integralmente esposto. La malattia in se non sarebbe neanche delle peggiori che possono capitare i questa parte del corpo, tuttavia è ormai in uno stadio talmente avanzato da comportare complicazioni e rischi anche non del tutto prevedibili. In questo momento non possiamo nascondere una certa tensione, tuttavia, averle intraviste tra le porte scorrevoli del terminal arrivi dell’aeroporto è stato per noi motivo di grande sollievo.

Imprevisti a parte, ora ci sono tutti i presupposti perchè la vicenda si sviluppi nel migliore dei modi.