Novembre 2013, siamo tornati a Nanoro.

Ritorno in Burkina nel Novembre 2013

L’evento programmato nell’autunno 2013 per completare la raccolta fondi per la realizzazione del pozzo a Boulpon, non è stato sufficiente allo scopo prefissato. Il progetto è stato comunque preso in carica da un’altra Associazione alla quale abbiamo passato i nostri preventivi grazie all’interessamento della nostra intermediaria Solange.

Grazie alle vostre donazioni prosegue l’impegno intrapreso nella Scuola Primaria di San Giovanni Battista a Nanoro. Qui sosteniamo la retta scolastica di alcuni bambini; aiutiamo l’approvvigionamento della mensa scolastica mediante l’acquisto di sacchi di mais, di fagioli e riso; realizziamo interventi di manutenzione e rifornimento dei medicinali e della strumentazione necessaria per garantire il buon funzionamento dell’infermeria realizzata all’interno della scuola.

Questo il resoconto del nostro ultimo viaggio:

Quest’anno siamo partiti in tre, io (Cristina), mio figlio Francesco e, per la prima volta in Africa, mia nipote Caterina di 16 anni.

Siamo stati accolti, come ogni anno, dalle persone che ci conoscono, con grande affetto.

Il primo impegno è stato speso per l’infermeria che abbiamo trovato in buone condizioni strutturali ma priva di medicinali. Abbiamo quindi provveduto all’acquisto dei farmaci di prima assistenza necessari, ed incontrato il Sindaco di Nanoro che ci ha garantito la presenza quotidiana di un infermiere statale, nella nostra struttura, negli orari previsti dal loro sistema sanitario.

Abbiamo incontrato il Comitato dei Rappresentanti dei Genitori della scuola con i quali è stato concordato e poi effettuato l’acquisto degli alimenti necessari a contribuire al fabbisogno annuale della mensa scolastica.

Abbiamo portato dall’Italia tanti giochi, matite colorate e tempere, regalate alla Scuola Materna delle Suore del Sacro Cuore di Nanoro, dove Caterina andava per alcune ore, tutti i giorni, per far giocare i bambini.

Abbiamo infine pagato e controllato le nostre mamme “infermiere di strada” che continuano a fare le medicazioni gratuite a tutte le persone che, nei villaggi in cui abitano, ne hanno bisogno.

Progetti per il 2014

Ad oggi, per quest’anno, la raccolta fondi è inferiore ai precedenti anni. Ci rendiamo conto che l’aumentare delle difficoltà economiche generali nella vita quotidiana incide anche sulla possibilità di fare delle donazioni. Per questo motivo anche per il 2014 ci riterremo soddisfatti se riusciremo a mantenere i progetti già avviati nella scuola e nell’infermeria.

Eventualmente, entro la fine dell’anno dovessimo raggiungere una cifra adeguata, ci piacerebbe provvedere al rifacimento dei servizi igenici sempre all’interno della Scuola Primaria di San Giovanni Battista a Nanoro.

Ricordiamo che è iniziata la raccolta per il sostegno scolastico per il prossimo 2014-2015 e invitiamo tutte le persone interessate a contribuire possibilmente entro il mese di settembre per permetterci di programmare il numero delle rette che potremmo sostenere anche quest’anno.

Per chi volesse sostenerci anche con la sottoscrizione al 5 per mille, ricordiamo che il codice fiscale dell’associazione Rasmatà e: 98145070177.