Modifiche in corso d’opera

Siamo venuti in Burkina con un progetto abbastanza dettagliato e preciso, tuttavia, non avevamo conoscenza della tecnica costruttiva e delle tecnologie che effettivamente avremmo avuto a disposizione per realizzarlo. Questo ha fatto si che il nostro progetto necessariamente ha subito delle modifiche che lo hanno riportato all’interno delle consuetudini costruttive locali. Ad esempio la posa di pilastri e colonne in cemento armato viene fatta dopo avere eretto i muri. In questo modo il cassero necessita di molto meno legno da costruzione, bene raro da queste parti, e il cemento viene colato direttamente tra i mattoni che opportunamente forati, vi si legano. Dopo più di 4 settimane di cantiere posso dire che l’Infermeria scolastica è stata costruita interamente a mano. I mattoni sono stati fatti a mano uno per uno, il cemento è stato sempre impastato con la pala e niente più. La sabbia, la ghiaia, tutto è stato trasportato a cariole. Gli strumenti a nostra disposizione sono sostanzialmente due pale, una sega da legno, un piede di porco, un tronchese, due cazzuole, un paio di martelli e qualche secchio. Tutto ciò determina dei vincoli che forzati allungano come minimo i tempi di realizzazione. Ciò nonostante sabato abbiamo deciso di apportare una modifica alla facciata. Sopra il cordolo stavamo procedendo a posare i mattoni in cemento da 20 cm così come sono fatte molte costruzioni qui, ma questa soluzione oltre a sembrarmi inutilmente gravosa per gli architravi della veranda, dava a tutta la facciata un’area cupa e massiccia. Dopo una breve discussione sono riuscito a convincere Raphael, il capo cantiere a demolire parzialmente i mattoni posati per sostituirli con dei forati da 10 cm. Il risultato è gradevole e dona un pizzico di grazia ad un edificio volutamente semplice e funzionale, in una parola, senza troppi fronzoli. Oltretutto i forati da 10 cm diminuiscono notevolmente il peso che grava sugli architravi della veranda, e forse questo è anche positivo.

Prima.

Dopo.

Questa variazione non incide sul preventivo e ci ha causato un ritardo di sola mezza giornata. Se tutto procede bene nel giro di un paio di giorni dovremmo aver finito di posare tutti i mattoni di sostegno del tetto che installeremo il fine settimana prossima, spero.

Buona Notte!